img_big
News

Mangiare è un lusso: quarantamila torinesi alla mensa dei poveri

Mettere insieme il pranzo con la cena allo sportello di un’associazione di volontariato, chiedere asilo ad una mensa per poveri o ritirare una sporta che permetta di affrontare un giorno in più della settimana. Il pregiudizio comune nell’immaginario di una simile realtà ci restituirebbe la figura di un immigrato, considerato all’estremo della lista nelle cosiddette “fasce deboli”, eppure, poco più della metà percentuale dei 41.123 torinesi costretti ai morsi della fame, secondo i numeri forniti dal Banco alimentare.

Leggi l’articolo completo di Enrico Romanetto su CronacaQui in edicola.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo