img_big
News

Coppola lancia la sfida: «Torino cambia colore, Fassino se ne accorgerà»

«Certo, farò il candidato sindaco senza rinunciare alla carica di assessore regionale. Come? Mi alzerò prima al mattino e andrò a dormire più tardi alla sera». Manca il sì ufficiale della Lega, che arriverà con tutti i crismi del caso lunedì prossimo, ma che Michele Coppola sarà il candidato del centrodestra a Torino non lo mette in dubbio più nessuno. Il partito lo ha scelto e da Roberto Cota sono già arrivati attestati di stima. Tanto che ci sarebbe il robusto zampino del governatore nell’annunciata visita di Silvio Berlusconi in città, fra due lunedì. Coppola, che di quella giunta è assessore alla Cultura, continua a districarsi fra appuntamenti istituzionali e conferenze stampa. Ieri, ci tiene a dirlo, ha visitato il Cottolengo, portando alle donne della struttura una trentina di copie di “Lingua madre”.

L’intervista di Andrea Gatta su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo