img_big
Cronaca

8 marzo, Napolitano: “Basta donne oggetto”

Durante la cerimonia per la celebrazione della festa della donna al Quirinale, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha pronunciato un discorso di condanna nei confronti di «un’immagine consumistica che riduce la donna da soggetto a oggetto propiziando comportamenti aggressivi che arrivano fino al delitto». Napolitano ha ricordato anche tutti i progressi femminili sono anche il risultato di una costante lotta nei movimenti, della partecipazione collettiva nei partiti e nei sindacati, il percorso alla parità è stato arduo ed ora è necessario agire sulla cultura diffusa che al giorno d’oggi prevede molti squilibri tra uomo e donna. La donna è ormai vittima di un’immagine consumistica che la riduce ad oggetto e favorisce comportamenti aggressivi.
Dopo una “carrellata” storica nella quale ha raccontato il lungo percorso delle donne nella conquista dei diritti, Napolitano ha sostenuto che “il divario di genere risulta anche dai rapporti internazionali, nella rappresentanza politica, nei media, ancora in qualche carriera pubblica, nella conduzione delle imprese e si manifesta anche con strozzature di genere nell’accesso al mercato del lavoro. Ne soffrono – ha concluso Napolitano – le ragazze, le giovani in cerca di occupazione e ciò comporta il rischio che siano sacrificate energie e potenzialità. L’ho potuto vedere incontrando qualche giorno fa al Cern di Ginevra ricercatrici italiane che si fanno valere».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo