img
Cronaca

Lauree-truffa: indagati 27 pseudo-dentisti in tutta Italia

Avevano cercato di truffare il Ministero della Salute italiano per ottenere il riconoscimento delle lauree in odontoiatria conseguite in Polonia per essere così abilitati ad esercitare la professione in Italia, pur non essendo medici. Questo il tentativo di 27 persone, finite iscritte al registro degli indagati della procura di Roma per ipotesi di reato di falso e tentata truffa. La maggior parte degli indagati ha erano già noti agli inquirenti per abusivismo odontoiatrico. Ieri, alla fine delle indagini, i Nas hanno perquisito ambulatori, abitazioni, laboratori odontotecnici e studi dentistici in tutto lo Stivale ed hanno anche preventivamente sequestrato sei studi dentistici in cui operavano abusivamente, secondo i magistrati romani, alcuni degli indagati. Si tratta di autentici dentisti in Polonia, ma ciarlatani in Italia. Stando alle dichiarazioni della procura di Roma, questo fenomeno è sempre più diffuso: molti titoli di studio conseguiti all’estero non sono però equiparabili all’analogo percorso di studi in Italia e pertanto non sono titoli idonei all’esercizio di determinate professioni, tra le quali, quella del dentista.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo