img_big
News

Caccia grossa di Equitalia a Torino, tasse e balzelli rendono 628 milioni

Più forte della crisi, più forte anche della disoccupazione, Equitalia continua a macinare risultati e a migliorare le proprie performance nella riscossione di tasse, vecchie multe e balzelli vari per conto di Stato e Enti Locali. Rispetto al 2009, l’azienda presieduta da Matilde Carla Panzeri chiude il bilancio del 2010 con un lusinghiero più 11 per cento. In soldoni significa che grazie a cartelle esattoriali, fermi amministrativi, ganasce, ipoteche, pignoramenti e vendite all’asta, in Piemonte sono stati recuperati 628 milioni e 936mila euro a fronte dei 563 milioni e 145mila dell’anno scorso. Considerando un aggio del 9 per cento, si tratta di un giro d’affari che sfiora i 57 milioni di euro.

L’articolo completo di Paolo Varetto su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo