img_big
Sport

Ibra spaventa Allegri, ma a Torino ci sarà

 Massimo Moratti non farà il tifo per il Milan. La cosa appare lapalissiana, ma non troppo scontata. Visto che, in alternativa, dovrebbe tifare Juventus, altra squadra non di certo amica dei nerazzur­ri. Di sicuro starà a guardare, in attesa che la sua Inter scenda in campo contro il Genoa domenica. E che ma­gari possa giocarsi l’ipotetico -2 dai rossoneri. E gigioneg­gia, visto che da Milanello non giungono notizie rassi­curanti: Massimiliano Alle­gri, invece, storce il naso, visto che i problemi in casa rossonera non fanno mai sentire la propria assenza.
IBRA A DISPOSIZIONE
Dopo un periodo nero per il centrocampo, dove a turno sono mancati Ambros ini, Pirlo (questi due ancora out), Boateng, Flamini, Gattuso e Seedorf, nella seduta di alle­namento di ieri il tecnico li­vornese ha vissuto attimi di paura quando Zlatan Ibrahi­movic ha registrato un picco­lo problema alla zona dorsa­le; si è temuto per un suo possibile forfait per la sfida di sabato contro i bianconeri, dal momento che da tempo l’attaccante lamentava di es­sere stanco e negli ultimi pe­riodi il suo apporto in nume­ri di gol era notevolmente diminuito. Ma dopo l’eco­grafia, il sospiro di sollievo: Ibracadabra ha riportato solo una piccola contrattura mu­scolare, sabato sarà in campo contro la Juventus e oggi si allenerà regolarmente. Con­siderando che mercoledì i rossoneri saranno impegnati a Londra contro il Totte­nham, avere Ibrahimovic al 100% è un dovere.

 
L’articolo di Luca Talotta su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo