img
Spettacolo

Valeria Solarino: “L’amore va a gonfie vele ma per ora niente bimbi”

In “Manuale d’amore 3” ve­ ste i panni di Sara, promes­sa sposa di Roberto (inter­pretato da Riccardo Scamar­cio), un ambizioso avvocato che si prende una sbandata per la provocante e misteriosa Micol (Laura Chatti). Ma sulla sua vita privata Valeria Solari­no ( fidanzata con il regista Giovanni Veronesi) confessa: «Sono felice. E non credo di essere mai stata tradita». In­contrata a Milano in occasione della sfilata di Byblos, antici­pa i suoi progetti per il futuro. E sull’ipotesi di avere un figlio dice… Come si è trovata nei panni di promessa sposa di Ric­cardo Scamarcio?
«Benissimo, chi si troverebbe male? È un fidanzato e un ma­rito perfetto, anche se si lascia un po’ andare. Ma alla fine d e ll ‘ episodio lo riacchiap­po ».
Che cosa bolle in pentola per il futuro?
«Riprenderò la tournée di “La signorina Giulia” di August Strindberg, spettacolo che mi ha dato grande soddisfazione di pubblico e di critica. Inoltre sarò sui grandi schermi con “Ruggine”, un film di Daniele Gaglianone basato sull’omo­nimo romanzo di Stefano Massaron, che vede nel cast anche Filippo Timi, Stefano Accorsi e Valerio Mastan­drea ».
Che ruolo interpreta in “Ruggine”?
«Il film narra una storia di bambini. Interpreto una delle bimbe diventata ormai adul­ta ».
Che cosa possono insegnare i bambini agli adulti?
«La sincerità, la riscoperta del valore della semplicità e dell’assenza di sovrastrutture e la spensieratezza».
Quanto è rimasto in lei del­la bambina che è stata da piccola?
«Grazie al mio lavoro ho pre­servato in buona parte la mia parte fanciullesca, ma allo stesso tempo questa profes­sione mi ha fatto crescere in fretta. Il mondo del cinema è fatto di continui incontri e bi­sogna essere corazzati per re­sistere ».
Il lavoro va bene. E l’amo ­ re?
«Sono fidanzata, felice e sere­na ».
Prova l’istinto di materni­tà?
«Non credo: tutti dicono che quando arriva lo riconosci. E io non l’ho ancora riconosciu­to! ».
Si è tenuta la manifestazio­ne promossa dal comitato “Se non ora quando?”. Cosa ne pensa?
«Sono contenta che la voce delle donne che non si ricono­scono in certi modelli inizi a farsi sentire».

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo