Rubriche

28/02/2011. L’ACQUA E’ E RESTERA’ SEMPRE PUBBLICA

Finalmente questa sera tra le comunicazioni nel consiglio comunale di Piossasco è uscito uno dei temi tanto cari alla sinistra, la cosiddetta “acqua pubblica”.
Personalmente ribadisco che “L’acqua, un bene universale che resterà sempre pubblico ma gestito in maniera efficace senza sprechi assurdi dovuti alla scarsissima manutenzione attuale, utilizzata solo come carrozzone politico di rimpiazzo e riciclo”.
“La strumentalizzazione vergognosa da parte della sinistra su questo argomento è di facilissima e immediata intuizione, riorganizzando questo ambito significa sgretolare il grande bacino di clientelismo che gravita attorno a municipalizzate e enti colonizzati da anni e anni da personaggi riciclati e per nulla competenti in materia. Tutto ciò mentre si disquisisce su un problema inesistente senza preoccuparsi della qualità dell’acqua destinata alle famiglie e delle deroghe alle caratteristiche di qualità che molte regioni, come la Toscana, la Puglia e il Lazio chiedono perché non in grado di rispettare i parametri di legge”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo