Rubriche

DIBATTITO SULLO SVILUPPO DEL PIEMONTE E DEL PINEROLESE

Vivace e ricco di argomenti il dibattito svoltosi sabato 19 febbraio a San Secondo di Pinerolo promosso dall’Associazione per il Partito Popolare Europeo – Circolo “Giovani del Pinerolese per l’Europa” con la Associazione Piemonte Futuro Parliamone a cui hanno partecipato, partendo dal padrone di casa Claudio Bonansea consigliere provinciale PdL di Torino, Vito Bonsignore europarlamentare PdL – PPE e vice presidente, Bartolomeo Giachino sottosegretario alle Infrastrutture, Caterina Ferrero assessore alla Sanità della regione Piemonte, Nadia Loiaconi capogruppo al consiglio provinciale di Torino.

Il padrone di casa Claudio Bonansea ha aperto i lavori presentando gli illustri ospiti e scusando il consigliere regionale Daniele Cantore che per l’infuenza non è potuto intervenire. Dopo un’esustivo approfondimento in merito alla situazione del Pinerolese che da svariati anni è in balia del malgoverno dei vari amministratori di sinistra che si sono succeduti, il presidente dei Giovani per il pinerolese per l’Europa ha premiato i relatori del corso per amministratori locali svoltosi per ben 10 lezioni in cui sono stati toccati tutti i temi dell’amministrazione di un comune. In seguito sono intervenuti gli ospiti.

Bartolomeo Giachino ha espresso la necessità fondamentale di andare avanti con l’ammodernamento e la realizzazione delle infrastrutture che sono di primaria importanza per il nostro Piemonte per agganciarci in tempo a un progetto che collegherà Kiev con Lisbona, la TAV.

Inutile oramai menzionare l’enorme ritardo dell’autostrada Torino-Pinerolo giunta alla realizzazione dopo 30 anni e che è tra le cause del non sviluppo dell’area pinerolese causata dall’inefficienza delle comunicazioni con l’area metropolitrana del capoluogo.

Un saluto cordiale è stato espresso al senatore Lucio Malan per il grande lavoro profuso per il recente decreto Milleproroghe di cui è stato relatore.

Vito Bonsignore ha spiegato e ulteriormente approfondito il tema dello sviluppo economico del Piemonte partendo dalle radici storiche dell’Unità d’Italia in cui Torino, quando le venne tolta la Capitale d’Italia, come contropartita ricevette una serie di benefit tra cui la sede di opifici militari da cui è partita la grande tradizione e specializzazione nel campo meccanico e tessile in cui il fattore umano è stato il valore aggiunto e che da cui ancora oggi traiamo grandi benefici e resta patrimonio di primaria fonte di ricchezza.

In merito alla TAV è stata esposto parere positivo alla realizzazione dell’opera ma con parere negativo riguardo alla modifica del tracciato originario giusto per rispondere alle critiche che da varie parti giungono sul merito della questione.

L’assessore alla Sanità Caterina Ferrero ha esposto con chiarezza le linee guida che il suo assessorato e tutto il Governo regionale intendono portare avanti per rendere più efficiente e di qualità la sanita piemontese:

potenziare i servizi sul territorio
rendersi conto che le strutture ospedaliere presenti sono già ben distribuite e quindi occorre rendere più efficienti
valorizzare il già buon connubbio tra strutture pubbliche e private
Ha chiuso gli interventi Nadia Loiaconi esprimendo le grandi difficoltà della maggioranza di cento-sinistra a governare la provincia di Torino che con grande rammarico abbiamo perso 2 anni fa e impegnandosi a realizzare attraverso sito web e altre forme quella comunicazione al territorio che troppo spesso è assente e non porta alla gente i disastri che questa sinistra incapace di governare riesce a realizzare.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo