img_big
Cronaca

Madre e figlia scomparse da Torre del Lago ad agosto, svolta nelle indagini: arrestate due persone

Svolta nelle indagini sulla scomparsa di Velia Carmazzi e sua madre Maddalena Semeraro, le due donne di Torre del Lago (Lucca) che dallo scorso agosto sembrano svanite nel nulla. A Viareggio i carabinieri hanno arrestato due persone: Massimo R. 53 anni, un lontano parente delle due donne, peraltro già indagato per sequestro di persona e circonvenzione di incapace e la badante della Semeraro, presunta complice dell’uomo. I due sono accusati dal gip che ha firmato l’ordinanza, anche di sottrazione e distruzione di cadavere.

Per favoreggiamento nell’occultamento delle due salme e’stato raggiunto da un avviso di garanzia anche un amico dell’uomo arrestato, Francesco T., 56 anni, di Viareggio. Secondo gli inquirenti Velia Carmazzi e Maddalena Semeraro, probabilmente sono morte di stenti e di miseria, ma sarebbero state fatte sparire per evitare che venisse scoperto il calvario che, depredate dei loro averi, avevano dovuto subire.

Il loro stato fisico rappresentava la prova di come erano state trattate quando ancora erano vive e per questo, secondo gli inquirenti, le loro salme sono state trafugate. Nell’ambito delle stesse indagini, ma per ipotesi di reato diverse, è stato raggiunto da un avviso di garanzia un avvocato. Il legale è accusato di circonvenzione di persona incapace e appropriazione indebita relativamente all’acquisto di due immobili che erano di proprietà delle donne scomparse. I carabinieri hanno perquisito le abitazioni degli arrestati e presso lo studio dell’avvocato implicato nell’inchiesta.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo