img_big
Cronaca

Tumori, cellule malate si camuffano per sfuggire a radioterapia e chemioterapia

Le cellule malate si “camuffano” per sfuggire alla morte. Lo ha scoperto una ricerca coordinata dall’Italia attraverso l’Istituto Firc di Oncologia Molecolare (Ifom) di Milano e pubblicata nell’edizione online della rivista Nature Cell Biology. La ricerca, finanziata da Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (Airc) e Comunità Europea, permette di utilizzare alcuni farmaci già esistenti in modo nuovo e più efficace. I primi dati indicano inoltre che questi farmaci colpiscono in modo selettivo le cellule tumorali, risparmiando quelle sane. “Abbiamo scoperto che sia le cellule tumorali sia le cellule vecchie si ‘mascherano’ nella stessa maniera, è come se utilizzassero la stessa parrucca”, ha detto il coordinatore della ricerca, Fabrizio d’Adda di Fagagna. Era noto che per rimandare il momento della morte le cellule anziane impacchettano il Dna in modo molto compatto per nascondere gli errori che si sono acculati nel codice genetico e che in condizioni normali farebbero scattare l’allarme che spinge le cellule a morire. Ora si è scoperto che le cellule tumorali fanno la stessa cosa e che quelle che adottano questo trucco sono anche le meno sensibili a radioterapia e chemioterapia.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo