img_big
Sport

E’ un’Inter do Brasil: con Leo segna il doppio e fa un punto in più a partita

Tele Santana sarebbe orgo­glioso del suo allievo. Al com­missario tecnico del Brasile ’82, infatti, si è sempre ispira­to Leonardo, l’uomo che dal­la panchina sta guidando la rimonta dell’Inter ai danni della capolista Milan. Otto punti recuperati in un mese di gestione, quello di gen­naio, con l’aggiunta dei due successi di febbrario e grazie anche all’aiuto dei rossoneri, apparsi ultimamente un po’ provati dai tanti infortuni. Il confronto con il predecessore al timone non regge, almeno per quanto riguarda la media punti e gol: 2,625 contro 1,5, tre reti a gara contro 1,33 di Benitez. Un dato che sintetiz­za la nuova impostazione da­ta dal brasiliano, molto più sudamericana che europea, basata sulla convinzione di poter fare un gol in più anzi­ché su quella di mantenere intatto lo score al passivo. Nelle ultime apparizioni ci ha dovuto mettere del suo Julio Cesar, tornato a disposizione dopo un periodo ricco di in­fortuni, che ha minato la clas­sifica dei nerazzurri. Nono­stante la presenza dell’estre­mo difensore verdeoro, l’Inter di Leonardo ha subito un solo gol in meno rispetto a quella di Benitez (14 a 13), con sette partite in più a favore dello spagnolo, segnando però 24 volte contro le sole 20 della gestione ereditata.

 
L’articolo di Mattia Todisco su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo