img_big
News

“Ma quali esorcismi, era solo un gioco”. Il “mago” torinese condannato per violenza sessuale si difende (video)

Claudio Lusso, contitolare dell’autoscuola Sempione di via Bologna a Torino, apprezzava la magia nera e pure quella bianca. E quando era con amici e conoscenti, amava definirsi guaritore e sensitivo, specialista in esorcismi contro gli spiriti maligni ed esperto di esoterismo e di arti magiche, esperto di magia bianca e magia nera. Un mago, insomma. Un autentico santone. Che, tuttavia, aveva il vizio di allungare un po’ troppo le mani su pseudo-pazienti che ritenevano di essere possedute dal Maligno e dal malocchio. «Venite da me – si rivolgeva a loro, rassicurandole -, ci penso io a liberarvi dal male». E invece il male era lui.

Questo, per lo meno, ha stabilito ieri mattina il collegio composto dai giudici Quinto Bosio, Giorgio Gianetti e Paolo Gallo, che ha condannato il finto mago alla pena di cinque anni di reclusione per violenza sessuale. Alle sette vittime, tutte parte civile con l’avvocato Anna Ronfani, sono state riconosciute provvisionali comprese tra 3mila e 6mila euro.È una sentenza che Claudio Lusso proprio non si aspettava. Una sentenza che «lascia l’amaro in bocca».

Qui sotto, il video con l’intervista a Lusso. Su CronacaQui in edicola l’articolo di Giovanni Falconieri

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo