img_big
Sport

Petrachi pesca il jolly: ecco Cavanda

 Infaticabile. Gianluca Pe­trachi, anche nell’ultimo gior­no di mercato, non è rimasto con le mani in mano. Dopo aver sistemato buona parte delle trattative la scorsa setti­mana, ieri il ds granata si è dato ai ritocchi, più che alle riparazioni. Naturalmente, lo ha fatto, come al suo solito, a costo zero.
L’ULTIMO COLPO
Fuori Gaetano Carrieri, anda­to alla Nocerina in prestito. Dentro, a sorpresa, Luis Pedro Cavanda, terzino destro (ma può giocare anche a sinistra), vent’anni il 2 gennaio scorso, arrivato in prestito gratuito dalla Lazio. Fuori anche Fili­pe, mai esploso in granata, ri­spedito al Parma che a giugno l’aveva prestato al Toro. Dopo Budel, Antenucci, Gabionetta (in attesa del transfer Fifa) e Pagano, arriva dunque un al­tro rinforzo per Franco Lerda. Il belga-angolano ha già esor­dito in serie A, quest’anno contro il Milan. E l’Olimpico di Torino lo conosce molto bene, visto che nell’ultimo Ju­ve- Lazio, ha tentato di fermare sulla fascia mancina le galop­pate di Milos Krasic. Già tenu­to d’occhio due anni fa da De­lio Rossi che lo seguiva ai tem­pi della Primavera, Cavanda è stato lanciato definitivamente nelle fila biancocelesti da Re­ja, uno che l’ambiente del To­ro lo conosce molto bene. Ora, però, ha bisogno di giocare con continuità, per questo il passaggio in granata. L’Under 21 belga proverà a dare filo da torcere a D’Ambrosio e Garo­falo, proponendosi, dall’alto dei suoi 190 centimetri di al­tezza come valida alternativa per le due fasce.

 
L’articolo di Paolo Casamassima su CronacaQui in edicola

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo