img
Spettacolo

Enrico Ricciardi: “Con le mie foto ho lanciato Nina Senicar e Belen Rodriguez”

Ha lavorato con Alena Seredova, Paola Ba­rale, Martina Colom­bari, Filippa Lagerback, Eli­sabetta Gregoraci, Moran Atias, Miriana Trevisan, so­lo per citarne alcune. E di molte altre è stato il vero e proprio padrino, lanciando­le attraverso il suo obiettivo verso un futuro da star. Enri­co Ricciardi, milanese, stu­dio in via Soave e fama in tutto il mondo, inizia il 2011 con il calendario benefico “Sunset Boulevard” ispirato all’età d’oro di Hollywood, ogni mese una donna bellis­sima da Natalia Mesa Bush a
Justine Mattera, da Silvia Burgio a Roberta Lanfran­chi, da Susanna Petrone a Mirka Viola, e un altro dedi­cato al fascino del Burle­sque.
Ricciardi, è vero che ha scoperto Nina Senicar?
« L’ho fotografata prima dell'”Isola dei famosi”, ab­biamo fatto un calendario per un’azienda privata, la stessa con cui quest’anno ho fatto un calendario sul Bur­lesque ».
A proposito del Burle­sque, cosa la affascina di questo stile tornato di gran moda?
«Quel tipo di donna, il suo abbigliamento, le sue pose, è molto più sexy di certi nudi banali, a volte anche volgari. Alle donne poi questo tema piace moltissimo, e io devo ammettere che mi fa molto più piacere l’apprezzamento femminile che quello ma­schile per i miei lavori».
Con qualche star è diven­tato anche amico?
«Ho una famiglia, una bim­ba, non frequento molto le feste vip, ma sui vari set ho avuto modo di entrare in sin­tonia con Natalia Bush, Ai­nett Ste­phens o Justi­ne Mattera».
Cosa ci dice di Belen Ro­driguez?
«Con lei ho fatto parecchi calendari prima che di­ventasse il personaggio da urlo che è oggi. È venu­ta da me per il suo primo casting, l’ho notata tra venti ragaz­ze.
In “Sun­set Boule­vard ” ho messo sua sorella Cecilia: credo che fa­rà parlare molto di sé, so che è in odore di “Isola dei famo­si”, anche se è difficile bissa­re il successo della sorella».
Chi sarà la prossima Be­len?
«Oggi vedo un panorama un po’ stanco che riflette la crisi della tv sprovvi­sta di idee per nuovi program­mi. Non c’è più turn-over. Forse la prossima Be­len potrebbe es­sere proprio sua sorella Cecilia: meno sexy, più semplice».
Solo lei?
«Ce la potrebbe fare anche Cri­stina De Pin, la fidanzata di Riccardo Montolivo, anche perché è una delle poche che si è messa a studiare seria­mente. Op­pure Andrea Lehotska del ” Chiambretti Night” che ho scelto in “Sunset Bou­levard ” per interpretare Charlie Cha­plin ».
Come si fa a scoprire una poten­ziale star del futuro?
«Il segreto è la determinazio­ne con cui si affrontano i primi casting. Non esiste una formula magica, ma con un’altissima percentuale si intuisce chi andrà avanti. Ho conosciuto Federica Fonta­na agli inizi della sua carrie­ra, ho capito subito che quel­la ragazza aveva una marcia in più».
Conta solo la bellezza?
« Conta anche l’agente cui una ragazza si lega, perché oggi sono loro che pianifica­no tutto. Ma conta anche la capacità di saper correggere subito gli errori, di saper es­sere professionali. Dispiace vedere tante giovani che spe­rano nel post- produzione, nel ritocchino al computer. Le vere dive non ci pensano nemmeno».

 

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo