img_big
Sport

Marotta senza soldi: bianconeri in crisi ma per il mercato solo gli spiccioli

La Juve non investe, nonostante sia a serio rischio anche l’obiettivo minimo, la qualificazione alla Champions League e la relativa, ricchissima dote. A meno di un clamoroso e a questo punto assai impro­babile cambio di rotta della proprietà, e sì perché la Exor ha risposto picche alla richiesta dello stesso preoccupatissimo Andrea Agnelli di stanziare un extra bud­get. Se Beppe Marotta vorrà rinforzare la Juve dovrà arrangiarsi. Questa, in sintesi, la posizione di John Elkann.
Ma il direttore generale bianconero di­spensa fiducia ed ottimismo, nonostante il momento nero ed il futuro ricco di incognite: «Dobbiamo ricordarci che lo scorso anno la Roma chiuse il girone d’andata a 13 punti di distacco dall’Inter e che poi perse lo scudetto solo alla penulti­ma giornata contro la Sampdoria», ha detto ai margini dell’annuale incontro a Fiumicino tra Figc, Aia e club di serie A. «Certo sconfitte come quelle di Napoli devono farci riflettere e devono servirci da lezione ma credo che in questa fase anche un po’ di fortuna non ci farebbe male. Intanto è meglio stare zitti, lavorare e guardare al futuro con grande ottimismo perché questo non è un momento dram­matico, è ancora tutto possibile».

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta l’11 gennaio 2011

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo